I really don't care..

...and I guess that I just don't know

11 giugno 2014

Camminante

Non si cambia mai, nessuno cambia, nessuno si allontana da se stesso. Rimarrai quello che sei, che sei sempre stato. Fino alla morte.
Il mio percorso, giunto a metà mi rinfaccia riflessioni, accorgimenti attorcenti, sulla mia psiche, sulla mia pelle, sulla mia anima. Intima, come il mio rimuginare, come il mio figurare.
Un ragazzo è morto trasportato via da un fiume, da un affluente, che l'ha portato verso il niente, l'ha portato via per sempre.
La vita è un percorso, un passaggio, lo sappiamo, eppure non sappiamo esserne convinti, vinti dai nostri istinti galoppiamo, strepitiamo, trasvoliamo, ruzzoliamo verso il nulla che ci controlla e ci ricusa, ci respinge e attinge dai nostri sentimenti, dai nostri impulsi, dalle nostre emozioni e ne scaturiscono direzioni.
Le nostre, quelle che prendiamo, consapevoli o ignari, facciamo delle scelte che ci portano svelte a farne altre, che ci portano scaltre ad andare oltre, a proseguire appunto, sereni o compunti, il nostro viaggio, la nostra esplorazione, il nostro pellegrinaggio, retaggio comunque di un passato, mai passato per davvero, ovvero presente, possente ed aderente al nostro esistere realmente.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=mLObXBUPdoA

negli occhi roma eterna urbe puttana e santa

Sonic Young ha detto...

barbari loro, barbari noi, in qualche modo ci si intese...