8 settembre 2014

All I need

Probabilmente attendo,
come ho sempre fatto,
attendo che tutto vada avanti,
che continui a farlo,
che continui a scorrere,
come ha sempre fatto.
Il tempo inganna, allevia e incombe,
ma sai di averne,
lo speri, almeno.
Finchè ne hai, lo usi,
lo impieghi,
per aspettare,
intrattenere,
intrattenerti.
Non ho la forza di fare altro,
non ho la forza di cambiare,
non adesso perlomeno,
non adesso.
Ho poche certezze,
ma da quelle non riesco a sganciarmi,
non riesco a slegarmi.
Ho l'affano,
lo so,
ho il fiatone,
un po' di apprensione,
per quanto può accadere,
tutto può crollare,
in un momento,
il mio tormento,
prende il sopravvento
e l'affanno,
non conosce inganno,
non lo aggiri,
non lo eludi
e quando rimani solo,
ti spaventi,
di fronte ai tuoi tormenti,
ti dimeni e ti lamenti,
perchè non sei incapace a calmarti,
perchè non sei incapace a rassegnarti,
che tutto è appeso ad un filo
e che tu, in fondo,
sei così solo.

3 commenti:

ridenteafasia ha detto...

bello rileggerti.

Sonic Young ha detto...

bello che tu legga...

Anonimo ha detto...

Domande per rispondere a domande senza risposta..
Scorrere di nuovo per caso tra post così familiari.
Quando farsi domande non porta a nulla e darsi una risposta a domande sbagliate é la cosa più facile da fare.quando si dovrebbe dormire,ma qualcosa ti rigira l'anima come un calzino.
Paura di non farcela.oppure si.
Misia

I really don't care..

...and I guess that I just don't know